lunedì 12 settembre 2011

Cotolette di mare, ovvero: Alici impanate e fritte

Ma avete idea di cosa si possa fare con le alici e di quanti siano i modi di prepararle? Marinate, fritte, sott’olio, tortini con patate, aggiunte alla caponata o con le tartine, e poi c’è la colatura di alici. Le alici sono tra i pesci più sottovalutati e spesso al banco del pesce sono snobbate. Però voglio vedere se riuscite a resistere di fronte a un vassoio come questo.
È un piatto facile, veloce ed economico. E va bene sia come antipasto che come secondo. Ecco a voi la ricetta delle alici impanate e fritte, con una piccola variante che vi spiego in fondo.
Ingredienti per 4 persone:
600 g di alici pulite (300 g se le prendete già pulite e sfilettate)
2 uova
Un bel po’ di pan grattato
Olio di semi, un po’ di pepe nero, sale fino
Preparazione
Lavate e pulite le alici. Vanno decapitate e poi svuotate dalle interiora. Consiglio di farlo con le mani, altrimenti a usare coltelli non si finisce più. Le alici vanno aperte e la pinna dorsale va staccata (è un po’ dura e ispida, e non è il massimo da mangiare), la coda invece può essere lasciata perché con la frittura diventa croccante e si può mangiare senza problemi. Dopo avere sfilettato le alici, lavatele con acqua corrente e mettetele in un piatto facendo colare l’acqua in eccesso e i liquidi che rilasciano.
Adesso disponete tre piatti, uno fondo e due piani. Nel piatto fondo sbattete le uova con un po’ di pepe nero tritato. In un piatto piano mettete abbondante pan grattato. Quindi passate le alici una o due alla volta nel pan grattato, poi passatele nelle uova, fate colare velocemente l’uovo sbattuto e passate di nuovo le alici nel pan grattato: questo è il segreto della micidiale doppia panatura.
Per via delle uova, il pan grattato tenderà a diventare un impasto appiccicoso, per questo vi conviene averne un bel po’ a portata di mano e cambiarlo o aggiungerlo di tanto in tanto nel piatto.
Mano a mano disponete le alici impanate in un piatto per averle pronte da tuffare nell'olio. Accendete il fuoco per scaldare l’olio in padella. Io uso una quantità abbondante di olio di arachidi, che preferisco perché resiste meglio alle temperature più alte. Friggete le alici e quando sono pronte mettetele in un vassoio sopra diversi strati di carta assorbente. Aggiungete il sale non appena le avrete tolte dall’olio. Le vostre alici impanate e fritte sono pronte. Guardatele che carine: non sembrano delle mini-cotolette di pesce?
Piccola variante: “alici infarinate e fritte”
La panatura di uova e pan grattato è sì gustosa, ma tende a coprire un po’ i sapori. E allora, le alici potete benissimo passarle solo nella farina e poi friggerle. Così sono più facili da preparare, risultano più leggere e – cosa più importante – avranno un sapore di pesce più intenso.

1 commento:

Anonimo ha detto...

OGGI PESCE......

Posta un commento