martedì 17 settembre 2013

Cavatelli con straccetti di mormora alla provenzale

Pranzo a Nizza a casa di amici: oggi cucino io. Faccio un giro dal pescivendolo ma, ragazzi, che prezzi! In una città di mare ti aspetteresti di pagare il pesce come minimo meno che a Milano. E invece trovo prezzi un bel po' più alti. Ma sulla qualità certo non si discute. Trovo tre mormore a 30€ al kg. Sono belle e sembrano freschissime, allora una volta tanto crepi l'avarizia.


Due le uso per fare un secondo - di cui a breve scriverò la ricetta - mentre l'altra la utilizzo per preparare i cavatelli con straccetti di mormora alla provenzale. In alternativa, potete usare un'orata o una spigola per risultati ugualmente buoni.


Ingredienti per 4 persone:
Una mormora da circa 7-800 g
Un pomodoro cuore di bue grande
Mix di erbe provenzali
Olive nere 
Due spicchi di aglio
Olio extra vergine di oliva
Prezzemolo fresco in abbondanza

Per il fumetto:
Una cipolla piccola, due carote, due gambi di sedano, pepe tritato e mezzo bicchiere di vino bianco


Preparazione:
Pulite il pesce separando la carne dalla lisca e dalla pelle. Tagliate la carne bianca a pezzettini e mettete da parte la lisca per fare un fumetto nel quale cuocerete la pasta.


Tagliate il pomodoro cuore di bue a cubetti piccoli, fatene una brunoise.


In una padella capiente adesso scaldate l'olio e fate rosolare l'aglio tritato finemente.



Aggiungete il pomodoro e salatelo durante la cottura. Quando è ben rosolato aggiungete anche gli straccetti di mormora e cuoceteli per un paio di minuti, non di più.


Quando il sugo è pronto, aggiungete come tocco finale le olive condite con le erbette di Provenza.


Se vi pare un peccato buttare la lisca, potete preparare un veloce fumetto in cui potrete bollire la pasta. Mettete in pentola la lisca di pesce con olio, pepe nero, tagliate a fettine sottili le carote, il sedano e la cipolla e mettete a cuocere tutto a fiamma viva.


Aggiungete il vino bianco e fatelo sfumare. Riempite la pentola con acqua fredda e fate bollire tutto per almeno mezz'ora così da insaporire l'acqua.


Gettate via lisca e verdure e filtrate l'acqua con un colino, salatela e riportatela a ebollizione. Buttate adesso la pasta. Scolatela al dente e conditela col sugo e con una manciata di prezzemolo fresco tritato.


Servite in tavola, aggiungete altro prezzemolo tritato sui cavatelli e buon appetito.

Nessun commento:

Posta un commento