lunedì 19 ottobre 2015

Orecchiette con gamberi e guanciale

"Signore e signori qui sul blogo,
Solo per voi un piatto trionfale!
La ricetta che pregusto e godo:
Orecchiette gamberi e guanciale!"

Assaggiata al ristorante Il Grottone di Polignano a Mare, questa ricetta mi ha sconvolto per l’accostamento ardito e per la sua bontà. Adesso provo a replicare questo capolavoro delle fantastiche cuoche del ristorante il Grottone, che voglio ringraziare per la magnifica esperienza.


Ingredienti per 2 persone
200g di orecchiette
15-20 gamberi interi (oppure 7-8 gamberoni)
150g di guanciale
15-20 pomodori datterini
2 spicchi di aglio
Mezzo bicchiere di vino bianco
Foglie di alloro
1 mazzetto di prezzemolo
Olio extra vergine di oliva
Sale

Preparazione
Affettate il guanciale e fatene delle listarelle lunghe circa 4cm e larghe 2cm, con uno spessore di mezzo cm.
Separate le teste di gambero dalle code e pulitele incidendole con un coltellino a punta lungo la curvatura della "schiena" per eliminare il filo nero che quasi sempre contengono.
In una padella a fuoco medio mettete il guanciale a rosolare, rigorosamente senza olio perché basterà il grasso per farlo sfrigolare per bene. In un'altra padella mettete uno spicchio di aglio e un filo d'olio, aggiungete le teste di gambero e fatele tostare; con un cucchiaio schiacciatele per far uscire il succo. Allungate un mezzo bicchiere di vino bianco e fatelo evaporare un po', ma non del tutto.


Recuperate tutto il sughetto che rimane sul fondo della padella e filtratelo con un colino. Ci servirà da aggiungere al sugo per rendere ancora più intenso il sapore di gambero.
Nel frattempo non dimenticate il guanciale sul fuoco altrimenti si brucia! Quando è bello dorato, mettetelo da parte. Lo aggiungeremo infine in padella con il sugo.

Tagliate a metà i pomodorini e fateli rosolare in padella con olio e uno spicchio d'aglio. Aggiungete un po' di sale, ma non troppo perché il guanciale è già molto salato.

Quando i pomodorini sono quasi cotti, aggiungete le code di gambero e fatele cuocere per non più di 5 minuti.
Spegnete il fuoco e aggiungete i pezzettini di guanciale. Versate anche il sughetto ricavato dalle teste dei gamberi e amalgamate il tutto.
Fate cuocere le orecchiette in acqua con poco sale (ricordatevi che c'è il guanciale) e quando sono ancora al dente scolatele per bene e versatele in padella con il sugo.
Vuoi la fame, vuoi la fregola di fare le foto durante la ricetta, stavolta mi sono scordato di mettere il prezzemolo tritato prima di saltare la pasta in padella. Ma voi che mi leggete fareste bene ad aggiungerlo.
In ogni caso, il piatto era gustoso. Non proprio ai livelli del Grottone, ma un poco poco si avvicinava. Buon appetito!


Nessun commento:

Posta un commento