sabato 27 febbraio 2016

Baccalà alla livornese


Ingredienti per 2 persone:
500g di baccalà
300g di passata di pomodoro
Pane raffermo o crostini
Un mazzetto di prezzemolo
Farina
Pepe nero
2 spicchi di aglio
Olio extra vergine di oliva
Sale 
Preparazione
Il baccalà va tenuto in acqua fredda per 2 giorni, cambiando l'acqua almeno due volte al giorno. Quando è pronto, dovrete decidere se aggiungere altro sale durante la cottura oppure se è salato abbastanza. Fate un prova assaggiandone un pezzettino crudo, tranquilli che non si muore. Pulite il baccalà dalla pelle con un coltello molto affilato e togliete tutte le spine che riuscite a togliere con le apposite pinzette per spinare il pesce.
Tagliate il baccalà a bocconcini e asciugateli con carta assorbente.
Infarinate i bocconcini di baccalà nella farina.
Mettete una quantità giusta di olio in padella (non un filo, ma neanche un lago: non deve friggere, ma rosolare).
Nel frattempo tritate il prezzemolo e gli spicchi di aglio, aggiungete dell'olio extra vergine d'oliva e mescolate il tutto. Ci servirà a fine cottura da aggiungere direttamente sul piatto.
I bocconcini stanno rosolando, tritate del pepe nero su un verso e - se necessario - aggiungete un pizzico di sale.
Adesso rigirate i bocconcini uno a uno, attenzione a non romperli perché dovrebbero essere molto morbidi. Aggiungete pepe e sale (solo se necessario) anche su questo lato. Fate asciugare l'olio in padella e lasciate che i bocconcini diventino dorati.
Adesso aggiungete anche il sugo di pomodoro, io preferisco la salsa rustica. Amalgamate tutto molto delicatamente per non rompere i pezzi di baccalà. Lasciate cuocere il pomodoro alcuni minuti, dai 5 ai 10, in base al vostro gusto.
Quando è pronto, servite il pesce su dei crostini o delle fettine di pane, meglio se raffermo. Versate sul pesce e sui crostini il trito di prezzemolo, aglio e olio, et voilà: buon appetito con il baccalà alla livornese.


Nessun commento:

Posta un commento