martedì 22 febbraio 2011

Prima il rombo...

Questa è una ricetta mediamente elaborata. Involtini di rombo in trevisana con crema di fave. Per farla come si deve, prendetevi un po’ di tempo, magari un pomeriggio o un’intera mattina, e dedicatevi alla cucina con tutto l’amore che avete. Vi assicuro che sarete ripagati da un’orgia di sapori sublimi.
Ingredienti per 4 persone:
1 kg circa di rombo (se intero, altrimenti 400 g se ve lo vendono già sfilettato)
300 g trevisana
100 g lardo vergine (va bene anche “di Colonnata”)
40 g di olio extra vergine di oliva
200 g fave secche pelate
2 spicchi di aglio
2 foglie di alloro
2 rametti di rosmarino
Preparazione della crema di fave:
Tenete le fave in ammollo nell’acqua per almeno 4 ore. Fatele bollire con poca acqua, uno spicchio di aglio e un paio di foglie di alloro. A fine cottura, l’acqua dovrà essere abbastanza ristretta. Frullate tutto (fave e acqua). Tritate metà del rosmarino e soffriggetelo con olio e un aglio schiacciato in padella. Aggiungete quindi alla crema l’olio insaporito e una presa di sale. Amalgamate tutto girando con un cucchiaio.
Preparazione del pesce:
Sfilettate il vostro rombo e ricavatene quattro filetti. Poi tagliateli fino a ottenere dei bastoncini.
Intanto lavate e pulite la trevisana. Avvolgete i pezzetti di pesce prima in una foglia di trevisana e poi in una fettina di lardo, che svolgerà anche il compito di tenere l’involtino ben chiuso.
Portate il forno a 200° e cuocete per 6-7 minuti. Se preferite, invece che nel forno, potete cuocere gli involtini direttamente in una padella antiaderente, rosolandoli con un filo d’olio per 3-4 minuti.
Ci siamo: adagiate la crema di fave in un piatto ampio, poggiatevi sopra gli involtini e spolverate con una manciata di rosmarino tritato finissimamente. Accompagnate il tutto con un buon vino bianco dell’Alto Adige, come Müller-Thurgau o Gewürztraminer.
Buona cena. E buon dopo-cena ;-)

Nessun commento:

Posta un commento