martedì 10 aprile 2012

Cenetta per 2 a meno di 5 euro? (Sgombro al forno)

Altro che Groupon! Tenetevi pure i vostri coupon con “grigliate illimitate” e cene di pesce a 30 euro invece che a 90. Il vero “deal” è farsi il cibo in casa. Oggi vi presento la ricetta dello sgombro al forno, ispirata dal consiglio dell’amico Stefano. Chiaramente, come per quasi tutte le ricette, molto dipende dagli ingredienti: più sono buoni e freschi, migliore è il risultato finale.
Ecco a voi la ricetta dello sgombro al forno con pomodorini, capperi e olive.
Ingredienti per 2 persone:
1 sgombro da 700 g circa
20 pomodori ciliegini
Una manciata di capperi
Una manciata di olive liguri snocciolate
Mezzo bicchiere di Vernaccia di Oristano (o vino bianco secco)
Un rametto di rosmarino
3 foglie di alloro
1 spicchio di aglio
Olio extravergine d’oliva
Sale fino
Pepe bianco
Preparazione
Dunque, ho preso questo sgombro da 7 etti al mercato rionale di via Catone a Milano. I pregi di questo bel pesce azzurro sono molti e notevoli: ottimo sapore, poche spine, niente squame, basso impatto ambientale, ma soprattutto molto economico (4€/kg). I difetti? Direi proprio nessuno.
Prima l'ho pulito, l'ho sventrato, svuotandolo dalle sue interiora e strappando a mani nude le branchie (dettaglio gratuito a uso degli animalisti).
L’ho quindi adagiato nella teglia e l’ho farcito con uno spicchio di aglio tagliato a pezzi, le foglie di alloro, i capperi, un rametto di rosmarino, il sale e il pepe bianco, un filo d’olio e i pomodori tagliati in due sparsi intorno al pesce (notate il cappero sulla guancia, non sembra il neo sexy di Marilyn Monroe? vien quasi voglia di dargli un bacio... Smuack!).
Il tempo di cottura è approssimativamente 40 minuti. L’ho messo in forno a 180 gradi ventilato, dopo 10 minuti ho aggiunto il vino, Vernaccia di Oristano. L’ho lasciato cuocere ancora per 20 minuti bagnandolo di tanto in tanto con il suo stesso sughetto.
Dieci minuti prima di tirarlo fuori ho aggiunto le olive. Ho continuato a bagnare il pesce col sugo che si forma sul fondo, questa operazione fondamentale serve sia a insaporire il pesce che a rendere più denso il sugo.
A fine cottura ho pulito lo sgombro, la pelle viene via molto facilmente e – a parte la lisca centrale – le spine sono pochissime. Ho impiattato con i pomodorini e il sughetto et voilà. Costo totale della cena: 4 euro, centesimo più, centesimo meno.

Nessun commento:

Posta un commento